Curiosità

Una storia d'oro

  Storia e Aneddoti   Confindustria Federorafi

Gli Etruschi, i Barbari e i Monaci
Nell'ideale classifica della storia orafa, il Medio Oriente ha inizialmente battuto l'Europa. I gioielli piu' antichi risalgono al 2500 a.C. e furono trovati in Mesopotamia (dove oggi e' l'Irak). Passeranno quasi venti secoli prima che l'Europa, con l'oreficeria etrusca e la civilta' greca, possa eguagliare e infine soverchiare le perizie dell'antichita'. Gli Etruschi, insediati nell'Italia centrale, conoscevano tutte le tecniche metallurgiche. Il culmine della loro arte orafa venne raggiunto nel VII secolo a.C. Sul mar Egeo si preparava intanto il fiorire dell'oreficeria greca. Poi la storia ha steso il suo manto sul clamore degli imperi: si chiude il mondo greco, crolla l'impero romano. Arrivano i secoli bui delle dominazioni barbariche. L'arte orafa non scompare. Sonnecchia un po', tempra le sue arti nei monasteri medievali dell'Europa rurale: i laboratori di oreficeria hanno piccoli forni in creta. I monaci soffiano sul carbon dolce coi mantici fabbricati con la pelle di un montone, scuoiato senza taglio ventrale.

Nasce l'industria orafa
La rivoluzione francese di fine Settecento e quella industriale dell'Ottocento portarono in Europa un benessere naturale tangibile. Nuovi ceti borghesi entrarono in scena. Il gioiello d'oro e' un elemento indispensabile per l'ornamento dei gruppi sociali emergenti. Gli artigiani orafi attrezzano i loro laboratori per una produzione piu' vasta. Orecchini e spille vengono stampati con piccole presse a pedale; la prima macchina per la fabbricazione della catena viene costruita in Francia nel 1782. Nel 1822 e' brevettata in Inghilterra la macchina per la produzione della catena ''coda di volpe''. A cavallo dei due secoli vennero aperte le prime fabbriche orafe, in Germania e in Italia. Il nostro Paese vanta molti primati nel campo orafo: e' al primo posto per la quantita' di produzione, per l'esportazione di gioielli, per il numero delle aziende, per la storia e la tradizione dell'oreficeria, per la qualita', le innovazioni tecnologiche e l'abilita' nel design. Inoltre, grazie alla rete di negozi orafi di elevata professionalita' e competenza, l'Italia ha il primato per l'acquisto di gioielli d'oro.