Curiosità

Le collane

  Design e Tendenze   Confindustria Federorafi

Le piu' antiche
La catena piu' antica, risale al 2500 a.C. nella civilta' dei Sumeri, nel bacino mesopotamico, era costruita con la tecnica del ''nodo entro nodo''. Se ne produce ancora oggi una analoga ed e' chiamata coda di volpe. La catena composta con un anello entro un altro anello e' la rolo'. Catene storiche sono anche le forzatine, a maglie ovali e tonde, a volte alternate fra loro. Compaiono nei corredi ornamentali del periodo minoico. La catena grumetta, o corda nel pozzo, fu inventata nel Medioevo. Probabilmente fu ispirata dalle cotte in ferro delle armature. Una sua sottospecie e' la catena figaro. La catena a corda deriva probabilmente dai cordami usati per attrezzare le barche.

Le piu' vendute
Per fare una catena occorre un filo d'oro. Quando ancora non esistevano le trafile, il filo d'oro era fabbricato a mano. L'oro era ridotto in sottile lamine tagliate a strisce e battute in tondo. Un altro metodo consisteva nell'arrotolare le strisce di metallo su se' stesse. Nell'industria orafa contemporanea la barra d'oro e' ridotta in fili sottili con trafile ad alta tecnologia che, a passaggi successive e scalature dolci, riducono progressivamente il filo nello spessore voluto. Il filo viene montato sulle macchine e ammagliato secondo molti disegni differenti. Le catene possono essere a girocollo, oppure piu' lunghe e anche a piu' giri. L'oro rose', tipico della cultura orafa francese e molto in voga nell'Europa degli anni Quaranta e Cinquanta, e' ritornato di moda, insieme all'oro bicolore.