Curiosità

Notizie d'oro
il grande “Reliquiario del Corporale di Bolsena”

  Oro   Sonia Sbolzani

Il capolavoro assoluto dell’oreficeria medioevale è considerato il grande “Reliquiario del Corporale di Bolsena” conservato nel Duomo di Orvieto. Realizzato dall'artista/artigiano senese Ugolino di Vieri per conservare i paramenti liturgici miracolosamente intrisi del sangue scaturito da un'ostia consacrata (durante la messa celebrata a Bolsena nel 1263 da un sacerdote boemo che aveva dubitato della presenza del corpo di Cristo nella particola), il raffinato manufatto è composto in oro, argento e smalto translucido dipinto, tecnica questa in cui eccelsero gli orefici senesi del XIV secolo. Il pregiato reliquiario è alto 139 cm e rappresenta una sorta di architettura gotica in miniatura: riproduce infatti la facciata del Duomo di Orvieto, tripartita e con i timpani più acuti che nella realtà, mentre alla base si trovano splendide statuette a tutto tondo; inoltre vi svettano una serie di pinnacoli sormontati da piccole sculture dorate, un dettaglio che richiama l’arte nordeuropea e che dimostra gli scambi tra culture diverse. Nei magnifici smalti dipinti (32 quadri, resi con uno stile affine a quello di Simone Martini e di Ambrogio Lorenzetti), il colore dominante è il blu, sul quale risaltano tocchi brillanti di giallo, verde e rosso, che rendono perfettamente leggibili le scene.