I danni provocati dalla contraffazione

  28 Aprile 2016    Anticontraffazione

La contraffazione non si traduce soltanto in un danno economico e di immagine per le imprese colpite ma si tratta di un fenomeno criminoso complesso che coinvolge tutti.
La contraffazione danneggia la persona, la famiglia e la collettività sotto i seguenti aspetti:
Salute:
per produrre orologi, gioielli e prodotti di oreficeria falsi non viene svolta alcuna attività di ricerca sulla qualità dei materiali e la loro compatibilità con la salute di chi li indossa. Nessuno scrupolo, quindi, ad utilizzare vernici al piombo, metalli trattati con nichel o altre sostanze allergeniche.

Sicurezza:
la contraffazione è una delle fonti di finanziamento della criminalità organizzata. Più questa attività è fiorente e maggiore è la capacità di azione criminale a tutti i livelli.

Sfruttamento di mano d’opera:
la gestione della filiera del falso richiede l’impiego di molte persone che si occupino di realizzare i prodotti contraffatti senza alcuna attenzione alla salute dei lavoratori, trasportarli con modalità talvolta rischiose, immetterli illegalmente in commercio utilizzando schiere di “disperati” (immigrati clandestini o manovalanza della piccola criminalità).

Anche le aziende risentono del fenomeno sotto i seguenti aspetti:
concorrenza sleale:
le aziende di marca investono in ricerca sul prodotto, sui materiali, sulla comunicazione; si sforzano di proporre ai loro clienti prodotti sempre migliori, più sicuri, più funzionali e più attrattivi. Questi enormi investimenti vengono in buona misura vanificati da chi produce il falso: costoro, infatti, utilizzano spesso materiali scadenti, non fanno alcuna ricerca, sfruttano la comunicazione pubblicitaria della marca.

Perdita di valore del prodotto:
se il mio prodotto vale 100, perché presuppone un lavoro accurato di progettazione, studio, realizzazione, distribuzione e pubblicità e il falso viene venduto a 20 perché può permettersi di non fare tutto questo, nella percezione del consumatore si genera il dubbio che il vero valore del mio prodotto sia effettivamente pari a 20 o poco più. E’ un danno di immagine enorme ed ingiusto.

Sicurezza pubblica: iI danno alla sicurezza patito dalle singole persone si riverbera sul danno alla sicurezza pubblica di cui deve farsi carico l’apparato statale attraverso l’impiego delle forze dell’ordine.

Entrate tributarie:
l’enorme giro d’affari dell’industria del falso genera ingenti guadagni per la criminalità internazionale, ma non produce alcun reddito fiscale! Anzi, riduce, talvolta molto sensibilmente, gli utili delle aziende colpite dalla contraffazione le quali diminuiscono il loro gettito tributario. La perdita di entrate fiscali si traduce poi fatalmente nell’aumento dei costi sociali.

Le informazioni contenute nel presente documento possono essere divulgate a terzi con il preventivo consenso di Federorafi


Documenti allegati