Dati e Notizie

ORAFI: RINNOVATO IL CONTRATTO DI LAVORO

  22 Maggio 2017

Ivana Ciabatti Presidente Federorafi: “L’accordo rappresenta un primo importante passo verso un rapporto nuovo e moderno nelle relazioni sindacali. L’ipotesi di accordo  riconosce le necessarie garanzie salariali ai lavoratori e introduce per la prima volta il welfare nell’impianto del contratto”

Milano, 22 Maggio 2017

Al termine di un percorso negoziale lungo e non semplice, il 18 maggio è stata sottoscritta l’ipotesi di accordo per il rinnovamento del Contratto Collettivo di Lavoro per gli addetti del settore orafo, argentiero e della gioielleria. Il settore manifatturiero con un fatturato di quasi 7,5 miliardi di euro, con una fortissima vocazione all’esportazione (oltre l’80), rappresentato da quasi 10.000 imprese, soprattutto medie e piccole, e 45.000 addetti.

La Presidente di Federorafi Ivana Ciabatti commenta così la sottoscrizione di un’intesa che è stata difficile da raggiungere ma che ha portato rilevanti novità dal punto di vista normativo:

“Abbiamo compiuto un primo importante passo verso un rapporto nuovo e moderno con le organizzazioni sindacali. E’ stato confermato il ruolo cardine del Contratto Nazionale a garanzia e tutela dei lavoratori. E’ stata trovata una soluzione equilibrata che risponde alle esigenze delle imprese e che soddisfa i bisogni dei lavoratori.”

Abbiamo sempre pensato – prosegue Ciabatti – ad un contratto che riconoscesse garanzie salariali di base ai lavoratori ed introducesse alcuni elementi qualificanti per il welfare aziendale, con una spinta anche verso la formazione.

Dimitri Stella, Vice Presidente Federorafi e capo della delegazione datoriale sottolinea la valenza di questo accordo: “Questo contratto pensiamo che possa massimizzare i benefici per i lavoratori a costi sostenibili per le imprese grazie all’utilizzo di strumenti innovativi come il welfare. Abbiamo sottoscritto un’ipotesi di accordo che ci consente di affrontare la situazione ancora difficile del comparto e che abbia al suo interno gli elementi necessari per salvaguardare ed incrementare la produttività”.

Di seguito alcuni degli aspetti qualificanti del nuovo CCNL

  • Scadenza del contratto 30 giugno 2020;
  • A partire dal 2017 riconoscimento dell’inflazione ex post anno su anno e non più ex ante. Gli incrementi retributivi decorreranno dal mese di giugno di ciascun anno;
  • Saranno garantiti i minimi contrattuali che formeranno base di calcolo alla quale applicare gli adeguamenti retributivi, superando in tal modo il valore punto ed ogni forma di retribuzione convenzionale;
  • Riconoscimento dell’assistenza sanitaria integrativa gratuita a tutti i dipendenti ed ai loro familiari (anche conviventi di fatto) a partire dal mese di aprile del 2018;
  • Rafforzamento della previdenza complementare portando il contributo aziendale al fondo Cometa dal 1,2% al 1,6% della retribuzione a far data dal mese di aprile 2018;
  • Corresponsione a titolo di una tantum di 80 euro lordi con la retribuzione afferente il mese di ottobre 2017;
  • Introduzione del welfare aziendale: 100 Euro dal mese di gennaio 2018, 150 Euro dal mese di giugno 2019 e 200 Euro dal mese di giugno 2020;
  • Diritto soggettivo alla formazione professionale per 24 ore di cui 2/3 a carico dell’azienda nel triennio giugno 2017/giugno 2020 per i lavoratori non coinvolti in piani di formazione con un contributo aziendale fino ad un massimo di 300 Euro;
  • Unificata la disciplina sul  periodo di prova per tutte le qualifiche;
  • Semplificazione della normativa sugli aumenti periodici di anzianità e di altre parti normative rispondendo ai bisogni dei lavoratori ed alle esigenze organizzative delle imprese (legge 104, congedi parentali, ecc.);
  • Introduzione di una specifica disciplina dell’orario di lavoro per i lavoratori che operano nei negozi, negli show rooms e nei punti vendita o impegnati in eventi fieristici che consente di distribuire l’orario di lavoro settimanale su tutti i giorni di apertura dell’esercizio commerciale;
  • L'ipotesi di accordo sarà sottoposta a consultazione dei lavoratori da parte delle OO.SS..

 

---------------------

Confindustria Federorafi – info@federorafi.it – 02 58316111

 


Dati e Notizie

Ultimi articoli pubblicati