Dati e Notizie


Federorafi Flash N.348

21 Settembre 2018

PINO RABOLINI

La Presidente Ciabatti ed il Consiglio Direttivo FEDERORAFI ricordano, a quasi un mese dalla sua scomparsa, la straordinaria figura umana ed imprenditoriale di Pino Rabolini, per diverso tempo componente del vertice della Federazione ai tempi della Presidenza di Luigi Stella. Rabolini, persona schiva e discreta, un gentiluomo, è stato imprenditore illuminato, anticipatore e rivoluzionario per il settore orafo italiano ed internazionale, senza mai tradire il DNA di Orafo proveniente da una famiglia di orafi. Nel 1967 crea a Milano il marchio Pomellato che in poco tempo acquisisce una forte identità di prodotto, cambiando gli schemi classici, lanciando il gioiello “prêt-à-porter”, sviluppando il concetto di “lusso accessibile” e campagne di comunicazione di effetto con i più grandi maestri della fotografia. Da subito introduce nella maison una forte impronta manageriale. Un testimone più unico che raro che ha lasciato un segno indelebile nella gloriosa storia della gioielleria made in Italy.


VICENZAORO SEPTEMBER AL VIA

Attesi per domani mattina all’inaugurazione di VICENZAORO importanti rappresentanti del Governo e delle amministrazioni locali e un’ospite internazionale di livello. In questa edizione debutta anche <<VI-OFF>>, gli eventi organizzati nella città palladiana per rendere ancora più confortevole la permanenza di buyer ed espositori. Nel corso della manifestazione, nelle giornate di domenica 23, lunedì 24 e martedì 25 presso il Pad. 3.1 segnaliamo i “Gem Talks”, in collaborazione con l’Istituto Gemmologico Italiano (IGI) - Socio Aggregato FEDERORAFI: interventi brevi, di circa 30 minuti ciascuno, incentrati su temi di attualità e di interesse e che vedranno la partecipazione di esperti internazionali del settore. Spunti di riflessione, risposte mirate a domande tecniche e opportunità per nuovi contatti e relazioni di business: sarà un luogo aperto e dinamico dove confrontarsi e aggiornarsi.


#PRIMAVICENZAORO PRESENTATA AD ALESSANDRIA

Riscontri interessati dagli imprenditori presenti lo scorso 11 settembre presso la sede di Confindustria Alessandria all’anteprima del progetto IEG, in collaborazione con Federorafi, per il potenziamento di VICENZAORO January 2019. L’operazione di sistema per il salone vicentino è finalizzata a rafforzare l’appeal del segmento della gioielleria dell’alto di gamma made in Italy in un momento di grande incertezza anche per i segnali contrastanti che giungono da Basilea. L’iniziativa prevede un forte impegno da parte di IEG, con la collaborazione di ICE Agenzia e degli imprenditori-espositori al fine di rendere la manifestazione la Prima nel calendario degli eventi internazionali, la Prima a presentare le nuove collezioni e a svelare le nuove tendenze e, conseguentemente, la Prima nella testa dei buyer internazionali (da qui l’hashtag #primavicenzaoro). Particolare attenzione verrà riservata al programma di scouting e di ospitalità di buyer dell’high-end jewellery. Ci sono le premesse perché l’operazione possa raggiungere l’obiettivo di aumentare complessivamente l’attrattività della piattaforma fieristica per tutti i segmenti di prodotto made in Italy rappresentati.


GIA’ 8000 PRESENZE A MILANO XL

In pochi giorni sono già oltre quota 8000 le persone che hanno visitato l’installazione riservata ai gioielli made in Italy presso la Galleria Vittorio Emanuele II (vedi foto). Molto apprezzati i video illustrativi e l’originale presentazione dei 43 manufatti di 20 aziende provenienti dai principali distretti produttivi ma non solo. L’esposizione rimarrà aperta tutti i giorni dalle 9 alle 23 fino al 24 settembre. Seguici su: https://www.facebook.com/federorafi/


EXPORT: FRENATA NEL PRIMO SEMESTRE

Dopo un primo trimestre positivo (+3,3%), le esportazioni di oreficeria-argenteria e gioielleria made in Italy hanno segnato il passo in aprile e maggio e, in parte, in giugno, portando in campo negativo il dato complessivo del primo semestre (-2,4%). Maggiori dettagli sulle destinazioni e a livello di distretti nella documentazione elaborata per Federorafi dall’Ufficio Studi di Confindustria Moda ed inviata in questi giorni a tutte le aziende associate.


E’ UN BUON COMPLEANNO PER IL CETA!

In questi giorni l’accordo di libero scambio (dazi zero) tra Unione Europea e Canada (CETA) festeggia il primo anno di entrata in vigore (provvisoria). Complessivamente nel primo semestre l’export italiano verso il Canada è positivo. Notevole l’incremento nel settore orafo dove, pur partendo da valori assoluti non elevati, nel periodo gennaio-giugno 2018 le esportazioni di gioielli made in Italy in Canada hanno segnato un +69,9% (fonte Ufficio Studi Confindustria Moda per Federorafi). Un concreto segnale dell’utilità di questi accordi che devono proseguire senza titubanze per liberare i nostri prodotti da lacci e lacciuoli artificiali (dazi e barriere non tariffarie) che compromettono o, addirittura, impediscono la commercializzazione dei gioielli italiani nelle principali aree mondiali di consumo.


CORSI PER ORAFI

La professione dell’orafo è tornata di moda ed iniziano ad aumentare anche le possibilità per ragazzi ed inoccupati di avvicinarsi al settore. Confindustria Toscana Sud/Arezzo segnala che sono aperte fino al 28 settembre le iscrizioni al corso IFTS “DES_OR DESIGNER ORAFO” finalizzato a formare tecnici per l’ideazione del disegno e della progettazione di manufatti orafi. ll corso, organizzato da Assoservizi Arezzo, è rivolto a 20 allievi occupati e non occupati purché in possesso di diploma di istruzione secondaria superiore, ed è interamente gratuito perché finanziato dalla Regione Toscana con le risorse del FSE per informazioni: Gabriella Gabrielli – Tel. 0575399436 – e-mail: g.gabrielli@confindustriatoscanasud.it. Anche in Piemonte, tramite il finanziamento erogato dalla Regione, viene organizzato un corso gratuito “IFTS - Tecniche per la realizzazione artigianale di prodotti del Made in Italy” realizzato da una partnership composta dall’Agenzia Formativa FOR.AL "V. Melchiorre" di Valenza, l’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”, l’Istituto di istruzione Superiore Statale “B. Cellini” e numerose aziende del Distretto Orafo di Valenza. Per informazioni: info@federorafi.it

 

---------------------------------------------------

https://www.facebook.com/federorafi/


Archivio Federorafi Flash