Dati e Notizie


Federorafi Flash N.295

01 Giugno 2016

MEDIO ORIENTE IN FRENATA

Secondo l’ultimo White Paper, il rapporto sull’evoluzione del luxury nella regione stilato dal gruppo Chalhoub, la crescita delle vendite di prodotti alto di gamma nei Paesi del Golfo si è attestata su un tasso dell’1-2% nel 2015, in netta frenata rispetto alla media del 6-8% degli ultimi cinque anni. A trainare al ribasso la performance del lusso nella regione ci sarebbe il calo degli acquisti dei turisti dovuti al forte apprezzamento delle valute della regione, ancorate al dollaro, rispetto alle altre divise (yuan, euro e rublo), che quindi ha determinato un netto aumento dei prezzi. Come precisato nel report, nonostante i flussi turistici nella regione siano aumentati nel 2015 dell’8% a Dubai e del 15% ad Abu Dhabi, la spesa per i prodotti di lusso è calata del 7 per cento. “Il dato – spiega il report – risente in particolare di un crollo di quasi il 50% degli arrivi dei turisti russi a Dubai. I russi da sempre sono il gruppo che spende di più nella regione (in media 888 dollari americani al mese in abiti, borse e calzature di lusso)”. In forte calo anche la spesa dei cinesi (-57%) nonostante il numero degli arrivi a Dubai sia aumentato di un terzo nel 2015. “L’indebolimento dello yuan e il giro di vite del governo cinese su corruzione e omaggi societari hanno inciso anche sul turismo cinese, che rappresentava (insieme al turismo russo) più del 25% della spesa totale dei turisti negli Eau del 2014”, riporta lo studio. [da PambiancoNews del 24/05/16].


PRECISAZIONI SUL PRESTITO D’USO

Con una recente nota agli Associati, Federorafi ha riassunto i tratti salienti, sotto l’aspetto giuridico, contabile e fiscale, del contratto di prestito d’uso dell’oro. Erano infatti giunte a diverse aziende associate delle informative riguardo al dubbio inquadramento del contratto di prestito d'uso dell’oro. A tal proposito giova invece sottolineare che, in virtù della proficua attività condotta negli ultimi venti anni presso l’amministrazione finanziaria e le istituzioni bancarie da parte di Federorafi, questa figura contrattuale, molto importante per il settore, ha raggiunto un inquadramento definitivo sia dal punto di vista dell’imposizione diretta che di quella indiretta, nonché un pacifico trattamento contabile.


COME TI DETERMINO L’ORO

Nelle scorse settimane si è riunito in provincia di Milano il Gruppo tecnico ad hoc della Commissione UNI “Gemmologia e metalli preziosi” coordinata dal consigliere delegato Federorafi Damiano Zito. La riunione si è focalizzata sulla norma tecnica UNI 11236: 2007 “Determinazione dell’oro nelle leghe d’oro – Spettrometria di fluorescenza a raggi X a dispersione di energia (ED XRF)”. Il GdL ha deciso di procedere alla revisione della norma (che risale al 2007) al fine di verificare i contenuti e l’attualità della stessa alla luce del miglioramento della strumentazione e della tecnica, perché la spettrometria a raggi X è stata introdotta come tecnica di screening dei lotti di prodotto nella nuova legislazione nazionale settoriale ed è sempre più usata dagli Assay Office per la verifica della conformità del titolo dei manufatti in lega preziosa. Ed, infine, vi è un imperativo commerciale e produttivo per adottare una tecnica non distruttiva affidabile che uniformi il metodo di titolazione tra produttori ed enti di controllo. Ora l’attività di studio e prova prosegue nei tre diversi sottogruppi che si sono creati per approfondire alcune specifiche tematiche.

Attesa l’importante attività svolta dalla Commissione UNI su questo ed altri standard che andranno ad impattare sulla produzione e sulla commercializzazione e quindi sulla competitività delle imprese italiane a livello mondiale, nelle prossime settimane verrà lanciata una campagna di sensibilizzazione ed informazione degli imprenditori sull’attività della Commissione e per chiedere un contributo economico minimo finalizzato a sostenere una parte delle spese dei diversi GdL che attualmente sono interamente a carico dei singoli partecipanti.


LICIA MATTIOLI ALLA VICEPRESIDENZA DI CONFINDUSTRIA

Importante riconoscimento per la past president di Federorafi. L’Assemblea Generale del 25 Maggio ha ratificato la nomina di Vincenzo Boccia a nuovo presidente di Confindustria per il quadriennio 2016-2020. Nella squadra entra anche Licia Mattioli, imprenditrice orafa torinese (e Vice Presidente di Federorafi), con la Vicepresidenza con delega all’Internazionalizzazione. I complimenti a Licia da parte della Presidente Ivana Ciabatti e del Consiglio Direttivo Federorafi.


IL POST-IT DELL’ORAFO

Fisco e Credito

  • 26/05 – Federorafi – Circolare “Nota di aggiornamento sul prestito d’uso (vedi sopra).

Leggi e Normativa

  • 30/05 – Federorafi – Circolare “Nota su Marcatura laser”.

Internazionalizzazione

  • 27/05 – Federorafi - Circolare ICE su JIS MIAMI 14-17 Ottobre 2016.
  • 12/07 – ICE - Milano Presentazione del XXX Rapporto ICE e dell'Annuario 2016 Istat-ICE. 

FLASH: VISUALIZZAZIONE AI SOLI ASSOCIATI

Dai prossimi invii alcune notizie del Federorafi Flash saranno visualizzabili alle sole aziende associate.


Archivio Federorafi Flash