Dati e Notizie


Federorafi Flash N.297

07 Luglio 2016

SAKS A MILANO

Nell'ambito delle iniziative di incoming in Italia di buyer della GDO provenienti dagli Stati Uniti ICE Agenzia, in collaborazione con Confindustria e le Associazioni di Categoria delle merceologie coinvolte (Aimpes, Anfao, Assocalzaturifici, Cosmetica Italia, Confindustria Federorafi e Sistema Moda Italia), ha in programma l'organizzazione di una promozione di prodotti italiani con Saks Fifth Avenue (SFA) che riguarderà la moda donna, uomo, bambino, calzature, accessori in pelle, gioielleria, cosmetica ed occhialeria. Negli acquisti per la promozione, SFA porrà attenzione alla selezione di nuove aziende italiane che producono prodotti Made in Italy. Le aziende pre-selezionate saranno invitate a presentare i propri prodotti ai buyer di SFA a Milano a fine Settembre. Le aziende associate riceveranno i dettagli dell’iniziativa.


INTERNAZIONALIZZAZIONE – SCEGLI I MERCATI TARGET (ENTRO IL 15/07)

Si ricorda alle aziende associate la circolare del 27/06 riguardante il questionario sui mercati target per l’internazionalizzazione. Infatti, nell’ambito della pianificazione dell’attività internazionale per il 2017, Confindustria si è impegnata, d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico e ICE Agenzia, nell’identificazione dei Paesi prioritari verso cui concentrare l’attività di promozione all’estero per il prossimo anno. Questa “cabina di regia” ha identificato un primo elenco di Paesi su cui dovrebbero concentrarsi le iniziative. Le imprese associate sono pertanto invitate a compilare entro il 15/07 il questionario ricevuto unitamente alla citata circolare. Chi non avesse ricevuto la circolare può farne richiesta alla Segreteria Federorafi (info@federorafi.it).


NUOVO DIRETTORE ICE

Si completa l’organigramma di Ice-Agenzia: dopo il rinnovo del consiglio di amministrazione e l’arrivo del nuovo presidente Michele Scannavini (vedasi Flash n. 296), il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dello Sviluppo economico, ha nominato il nuovo direttore generale: Piergiorgio Borgogelli. Piergiorgio. Borgogelli ha rivestito ruoli significativi in molte importanti aziende: Ernst & Young Consulting, Fila Holding, Rcs Investimenti, Telecom Italia, fino al doppio incarico di Operations Division Deputy Director e Supply Chain and Technologies Director di Expo 2015. Borgogelli succede a Roberto Luongo, in carica dal 2012 e con una carriera tutta all’interno dell’Istituto.


I POSSIBILI SCENARI DEL SETTORE ORAFO ARETINO

Interessanti spunti dall’evento organizzato da Unicredit ad Arezzo lo scorso 21 giugno dal titolo “Il Settore Orafo di Arezzo”. Oltre agli scenari di mercato su oro, petrolio e dollaro sono stati presentati il contesto competitivo e le prospettive del distretto orafo aretino. Le relazioni e i dati degli esperti sono stati da stimolo alla successiva Tavola Rotonda dove sono intervenuti la Presidente Ivana Ciabatti e il Consigliere Dario Micheli.


BUSINESS DAY ALGERIA

In riferimento alle tematiche di interesse specifico del settore relativamente all’Algeria si segnala l’incontro che Confindustria Assafrica & Mediterraneo organizza a Roma  il 14 luglio p.v. denominato Business Day Algeria, in occasione del quale sarà presente a Roma una delegazione imprenditoriale algerina della CGEA, la Confederazione Generale delle imprese algerine. Al momento non sono accreditate aziende algerine di riferimento per il settore gioielliero ma l’incontro potrebbe essere di interesse per conoscere le potenzialità e le opportunità di business nel Paese nordafricano. All'incontro, che si terrà a partire dalle ore 14.00 c/o Confindustria (Viale dell'Astronomia 30 - sala A) saranno presenti il Presidente della  CGEA, M.me Neghza Saida ed il nuovo Ambasciatore d'Algeria a Roma, S.E.M. Abdelhamid Senouci Bereksi. Per informazioni rivolgersi alla segreteria Federorafi.


QUANTO FATTURA IL FALSO IN ITALIA

Si sono svolti nei giorni scorsi la serie di eventi nell’ambito della “ Settimana nazionale anticontraffazione ” promossa dal Ministero dello Sviluppo economico - Direzione Generale per la lotta alla contraffazione-UIBM. Con l’occasione sono stati presentati i risultati del rapporto congiunto OCSE – EUIPO riguardante l’impatto economico della contraffazione a livello mondiale e dell’ultima ricerca realizzata dal Censis su dimensione ed effetti della contraffazione per il sistema Italia.  In particolare, in base ai dati forniti da quest’ultima analisi e ripresi da Confindustria, nel 2015 il fatturato totale del mercato del falso è calcolato in circa 7 miliardi di euro, con un incremento del 4,4% rispetto al 2012. Al primo posto, per valore del fatturato del contraffatto, si trovano l’abbigliamento e gli accessori, il cui valore sul mercato è stimato in 2,2 miliardi di euro (32,5% sul totale). Seguono il settore audiovisivi (con un valore di spesa pari a circa 2 miliardi di euro) ed i prodotti alimentari, alcolici e bevande (per un valore di circa 1 miliardo di euro). Tra i settori in crescita vi sono quello degli apparecchi e materiali elettrici, con un valore di spesa, nel 2015, di 732 milioni di euro, (pari al 10,6% del totale) e quello degli orologi e gioielli di alta gamma, per cui nel 2015 sono stati spesi sul mercato del falso un totale di 402 milioni di euro, con un aumento del 4,7% dal 2012. In termini di concentrazione territoriale, la percentuale di pezzi sequestrati vede al primo posto il Lazio (30,5%), seguono la Campania (15,7%) e la Lombardia (12,3%). A livello provinciale, Roma si caratterizza come la principale piazza di consumo del mercato del falso del nostro Paese: nel 2015 i sequestri hanno rappresentato il 20,5% del totale nazionale.