Dati e Notizie


Federorafi Flash N.321

20 Giugno 2017

LE IMPRESE ORAFE E LA GESTIONE DEL RISCHIO E DEI DERIVATI

Appuntamento da non perdere l’11 Luglio a Milano. FEDERORAFI, con la collaborazione di UNICREDIT, di un importante Studio torinese e di docenti dell’Università di Torino organizza il seminario tecnico dal titolo: LA GESTIONE DEL RISCHIO D’IMPRESA PER L’APPROVVIGIONAMENTO DELLE MATERIE PRIME IN METALLI PREZIOSI. Per la prima volta aziende, esperti e banche si confronteranno su temi di stringente attualità e di grande importanza per una corretta gestione aziendale:

-La gestione operativa in azienda del ciclo di acquisizione delle scorte di materie prime;

-Le forme contrattuali ed esempi pratici di copertura del rischio di oscillazione del prezzo;

-Gli strumenti finanziari derivati per la gestione di rischi finanziari nel settore - casi pratici;

-L’informativa in bilancio degli strumenti finanziari derivati ed il loro trattamento contabile.

L’incontro, che avrà un taglio molto operativo e aperto agli interventi dei partecipanti, vedrà anche la partecipazione dell’Associazione Italiana Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili. La partecipazione è libera previa iscrizione (n.b.: in caso di overbooking, precedenza alle aziende associate). A breve verrà diffuso l’invito ufficiale.


TAPPA FINALE A VICENZA DEL JEWELLERY EXPORT LAB

Dopo Arezzo e Marcianise (Il Tarì) e mentre è in corso l’appuntamento di Alessandria e sta per partire quello di Vicenza, i vertici di ICE/ITA Agenzia e Federorafi hanno fatto una prima analisi di “mid term” del Progetto Jewellery Export Lab. Il Lab si sta confermando un esperimento positivo ad alto contenuto strategico, molto rilevante per la ripresa dell’intero settore, per alcuni suoi aspetti peculiari:

- Il format originale;

- Audit preliminari per la rilevazione dei bisogni formativi, sia percepiti che non percepiti;

- Approfondimento in aula in tempo reale dei temi suggeriti dalle aziende partecipanti;

- Partecipazione attiva delle imprese;

- Rilevazione post aula degli interventi e dei bisogni che le aziende ritengono utili e necessari per il cambio di marcia della propria organizzazione.

In termini formativi, l’Audit prima e la gestione dell’aula in corso d’opera hanno avviato un processo diverso con nuovi approcci e nuovi obiettivi. Il continuo coinvolgimento, la richiesta – a volte la forzatura – di esprimere i propri bisogni e le proprie necessità imprenditoriali, hanno generato un processo virtuoso che ha visto le aziende nel post aula individuare le aree di interesse indispensabili per avviare un corretto percorso di internazionalizzazione, basato – e questa è una novità del progetto JEL – su una corretta gestione dell’impresa nei processi di business sia in Italia che all’estero. Le risultanze finali del JEL saranno la base per la costruzione dei nuovi percorsi di affiancamento che ICE Agenzia e FEDERORAFI stanno approntando per la seconda parte dell’anno in corso e per il 2018. Per chi fosse interessato ricordiamo che sono ancora disponibili alcuni posti per il percorso Jewellery Export Lab che partirà a Vicenza dal 29 Giugno. Per informazioni o per partecipare rivolgersi alla Segreteria Federorafi (info@federorafi.it).


BONAUGURI ALLA “PICCOLA” DI TOSCANA SUD

Il neo costituito Comitato Piccola Industria di Confindustria Toscana Sud, nella sua prima riunione ha eletto al suo interno i nuovi organi. A presiedere il nuovo Organo è stato nominato Dario Bonauguri dell’azienda Bonor Srl e Vice Presidente di Confindustria FEDERORAFI. Nel programma di lavoro della “Piccola” la semplificazione amministrativa con particolare riferimento alle procedure di rilascio di titoli abilitativi o di altro genere, il rilevamento delle performance delle amministrazioni locali in termini di tempo ed efficacia della loro azione nonché eventi di formazione e approfondimento sulla gestione d’impresa.

La Presidente Ivana Ciabatti ed il Direttivo FEDERORAFI si congratulano con il collega per l’importante nomina.


DOTTORATO INDUSTRIALE: LA PROSPETTIVA DELLE AZIENDE

Chiediamo cortesemente alle aziende associate di compilare il questionario on line accessibile al seguente link Rilevazione Dottorati OnLine che è stato elaborato dal Gruppo di Lavoro Dottorati Industriali della Fondazione CRUI - del quale Confindustria fa parte - finalizzato alla raccolta di informazioni relative alla collaborazione delle aziende con gli Atenei italiani in merito al Dottorato Industriale. Il Dottorato Industriale è uno strumento relativamente nuovo nel panorama Italiano: nella sua accezione più propria è stato pensato per i dipendenti di imprese già impegnati in attività di elevata qualificazione e interessati ad acquisire il titolo di Dottore di ricerca. Questo strumento innovativo è ancora decisamente poco sfruttato. Lo scopo del questionario è di raccogliere informazioni dal lato delle imprese (analoga azione rivolta alle università è stata condotta lo scorso anno) utili per proporre, nelle sedi opportune, modifiche mirate alla normativa vigente che permettano una più ampia diffusione del Dottorato Industriale. Il questionario si propone, più in generale, di monitorare il livello di diffusione e riconoscimento del Dottorato di ricerca in generale nelle imprese maggiormente coinvolte in innovazione. Confindustria sta lavorando con il MIUR per promuovere Dottorati a caratterizzazione industriale aperti ai laureati non ancora inseriti in azienda. Le informazioni raccolte saranno analizzate e riassunte nella edizione 2017 del Report Osservatorio Università e Imprese. Grazie per la collaborazione.


IGI RINNOVA I VERTICI

Dopo quattro mandati - e dunque 12 anni - come Presidente dell’Istituto Gemmologico Italiano, Paolo Valentini passa il testimone a Raffaele Maino: questa la principale novità emersa dall’Assemblea dell’Istituto svoltasi l’11/06. FEDERORAFI si congratula con il collega Raffaele Maino per la nuova impegnativa carica e ringrazia Paolo Valentini per l’importane ruolo e valente attività svolta al vertice di IGI.


IL CLUB DEGLI ORAFI AFFRONTA IL TEMA DELLA CRESCITA

La globalizzazione ha aumentato la complessità degli scenari commerciali. Per competere oggi occorrono capacità e risorse di cui in genere le piccole e medie imprese non dispongono. La crescita è imperativa per la sopravvivenza e per preservare il patrimonio di heritage del Made in Italy che ci contraddistingue da secoli. Queste le premesse del convegno che il 26 Giugno il Club degli Orafi organizza a Milano dal titolo: L'imperativo della crescita: modelli e risorse a confronto nel mondo del gioiello.

--------------------------------------------------------------------


Archivio Federorafi Flash