Dati e Notizie


Federorafi Flash N.329

30 Ottobre 2017

HALLMARKING: L’ITALIA ESCE DAL VICOLO “CECO”

Finalmente la Repubblica ceca ha ceduto! Grazie al pressing che da sempre il Ministero degli Affari Esteri ed il Ministero dello Sviluppo Economico hanno mantenuto sul dossier, negli ultimi 15 giorni si è sbloccata la situazione che impediva all’Italia di aderire alla c.d. Convenzione di Vienna per i metalli preziosi. Grande soddisfazione è stata espressa dalla Presidente Ciabatti e dal Direttivo Federorafi direttamente ai Ministri Alfano e Calenda. L’adesione era infatti da 5 anni osteggiata ed ostacolata strumentalmente e pretestuosamente dai cechi che con il loro veto impedivano l’avvio della procedura. Le riserve sono ufficialmente cadute nel corso dell’incontro del 17.10 tra il nostro Ambasciatore a Praga ed il Vice Ministro dell’Industria ceco e confermate (loro malgrado) dai componenti della delegazione ceca nell’incontro dello Steering Commettee della Convenzione tenutosi il 23.10 a Porto. A breve quindi si avvierà l’iter di adesione che dovrebbe concludersi entro pochi mesi. L’adesione aprirà interessanti scenari per le nostre esportazioni in 19 Paesi (16 UE) in quanto le aziende italiane potranno far controllare e far apporre non più nei paesi di destinazione ma in Italia il marchio volontario aggiuntivo automaticamente riconosciuto anche dagli altri 19 Paesi. Ora quindi la “sfida” si sposta in Italia affinché si implementi un sistema, in primis attraverso il network delle CCIAA, di controlli e di laboratori in grado di fornire alle imprese orafe un servizio concorrenziale come costi e come tempi. In caso contrario questa vittoria del nostro Sistema potrebbe trasformarsi in un boomerang


DIAMO I NUMERI SUL PROGETTO SPECIALE USA PER LA GIOIELLERIA

Mentre sono in fase avanzata e conclusiva gli accordi 2017 e si stanno avviando quelli per il 2018, diamo conto dei risultati di quelli chiusi nel 2016 che è stato il primo anno di avvio della collaborazione tra Agenzia ICE/ITA e Federorafi. Collaborazione che ha riguardato in primis la messa a punto di una specifica strategia, delle linee guida degli accordi con la GdO nordamericana e di parametri misurabili. I dati 2016 sono molto interessanti. Nel 2016 le promozioni hanno riguardato i seguenti retailers (tra parentesi il numero di negozi coinvolti): Piercing Pagoda (600 punti vendita); Helzberg (200 pdv); Macy’s (300 pdv); Fred Meyer - Kroger (330 pdv); Lux Bond and Green (7 pdv); Lee Michaels (7 pdv); Ben Bridge (70 pdv) e Sam's Club Walmart (300 pdv). In totale quindi 8 accordi con una copertura di ben 1814 punti vendita in tutti gli USA. Sono state 132 le aziende coinvolte di cui 84 nuove per la prima volta con questi retailers di cui il 45% (42 su 88) provenienti dalle missioni di acquisto (Arezzo Ottobre 2015 e Vicenza Gennaio 2016). Ordini garantiti in fase accordo: 13,7M USD ma acquisti netti reali effettuati per le aziende italiane: 23,75M USD di cui ca. 8,7M USD per aziende nuove (35%). Investimento lordo retailers USA: 33,2M USD (23,75 M cui si debbono aggiungere il 40% in seguito a duty, sicurezza, trasporto, logistica).Investimento pubblico ITA: 1,030M USD.


MEETING EUROPEAN FEDERATION OF JEWELLERY

Il 24 ottobre 2017si è svolta a Bruxelles la riunione della European Federation of Jewellery (http://efjewellery.eu). Per l’Italia era presente il Direttore Federorafi, Stefano de Pascale, che è intervenuto sulla reciprocità dei dazi doganali. Stephane Fischler, Presidente AWDC, si è poi pronunciato per un'azione comune sulle norme europee in materia di denominazione dei diamanti sintetici. Gli altri argomenti trattati sono stati: l’impatto del nuovo Regolamento UE sui minerali provenienti da zone di conflitto e i limiti ai pagamenti in contanti.


ISO, RICONOSCIMENTI ALL’ITALIA

Riconoscimenti su più fronti alla delegazione italiana dagli incontri di Parigi del Comitato Tecnico (TC) 174 dell’International Organization for Standardization (ISO) Jewellery and precious metals. Per l’Italia erano presenti: Damiano Zito (Capo delegazione), Sandro Del Dottore, Paolo Fabbro e Massimo Peruzzo. Sul prossimo “Flash” maggiori dettagli.


IN VIAGGIO CON UN DIAMANTE

Ultimi posti disponibili a "In Viaggio con un Diamante" il seminario IGI, Socio Aggregato Federorafi, che vedrà la partecipazione del prof. Fabrizio Nestola. L’incontro si terrà il 13 novembre presso l'istituto Gemmologico Italiano e riguarderà una review completa delle più recenti scoperte sui diamanti e sulle loro inclusioni. Fabrizio Nestola è docente di Mineralogia all’Università di Padova nonché vincitore del premio dell’Accademia dei Lincei come miglior scienziato 2016. Per informazioni sull’evento e sulle altre attività: www.igi.it .


GLI ACCORDI COMMERCIALI INTERNAZIONALI NELL’ERA DI INDUSTRIA 4.0

Confindustria organizza una serie di interessanti ed utili incontri per approfondire il tema degli Accordi commerciali internazionali, con particolare riferimento a quelli dell’Unione Europea con paesi terzi, finalizzati alla creazione di aree di libero scambio (FTA). A tale proposito segnaliamo quello che si terrà il giorno martedì 7 novembre 2017 alle ore 14.30 a Bologna presso la sede di Confindustria Emilia. Il programma è disponbile presso la Segreteria Federorafi (info@federorafi.it) e le conferme di partecipazione dovranno pervenire entro il 6 novembre.

------

https://www.facebook.com/federorafi/


Archivio Federorafi Flash