Dati e Notizie


Federorafi Flash N.332

18 Dicembre 2017

INTESA SUI DAZI TRA GIAPPONE E UE!

Come anticipato nei precedenti Flash, l’accordo di libero scambio tra UE e Giappone è in dirittura di arrivo. L’8 dicembre scorso, l’Unione Europea e il Giappone hanno infatti ufficialmente annunciato la conclusione dei negoziati relativi all’Economic Partnership Agreement EU-Japan – EPA, che dà seguito agli impegni presi dalle parti nel luglio scorso con l’intesa “politica” sull’accordo e l’intento di chiudere le trattative entro l’anno in corso. L’iter prevede ora la fase di trasposizione legale dei testi, la loro traduzione nelle 23 lingue ufficiali UE e in giapponese per poi passare all’approvazione del PE e del Consiglio UE. L’obiettivo è di garantirne l’entrata in vigore prima della fine dell’attuale mandato della Commissione nel 2019. L’operazione politico-doganale troverà immediato riscontro e sostegno dall’avvio del “Progetto Speciale Gioielleria in Giappone” che Federorafi sta mettendo a punto con l’Agenzia ICE.


MISURIAMO IL PROGETTO SPECIALE GIOIELLERIA IN USA

Prosegue senza soluzione di continuità l’attività di raccordo con la GDO in USA per promuovere le vendite di gioielleria e oreficeria made in Italy. L’operazione condotta dall’Ufficio ICE di Houston con il coinvolgimento diretto di Federorafi è partita dalla metà del 2015 con il forte input dell’allora Vice Ministro Calenda. A distanza di 30 mesi possiamo dare qualche numero: 29 accordi stipulati, 422 aziende coinvolte (di cui 184 nuove) e oltre 110 milioni di euro di ordini garantiti. Non male!


IL CASSETTO DIGITALE

Dallo scorso luglio le camere di commercio hanno lanciato il “Cassetto digitale dell'imprenditore”, uno strumento web (disponibile all’indirizzo www.impresa.italia.it) grazie al quale il legale rappresentante o il titolare di qualsiasi impresa italiana può accedere direttamente via internet a tutte le informazioni e ai documenti ufficiali della propria azienda. Usando le credenziali digitali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CNS/CRS (Carta Nazionale/Regionale dei Servizi), il Cassetto digitale permette infatti di consultare gratuitamente on line visure, atti e bilanci presenti nel Registro delle Imprese, il fascicolo informatico d’impresa, le pratiche presentate presso gli Sportelli Unici delle Attività Produttive gestiti tramite le camere di commercio, le informazioni relative al pagamento del Diritto Annuale. 


ANNO NUOVO… SEDE NUOVA!

L’anno nuovo porterà considerevoli novità per FEDERORAFI. Dal 1 Gennaio 2018 infatti Federorafi cambia sede e si trasferirà in una nuova situata in Via Riva da Villasanta, 3, sempre a Milano. L’operazione rientra nell’ambito del processo di aggregazione tra tutte le associazioni del fashion e dell’accessorio aderenti a Confindustria che ha portato alla costituzione di “Confindustria Moda”. Pur mantenendo la propria autonomia e denominazione, AIP (pellicce), ANFAO (occhiali), ASSOCALZATURIFICI, ASSOPELLETTIERI, FEDERORAFI, SMI (abbigliamento) e UNIC (concerie), hanno infatti deciso di condividere e concordare alcune politiche industriali di comune interesse, diverse progettualità nel campo dell’internazionalizzazione ed una maggiore forza in termini di rappresentanza nei confronti delle Istituzioni. Al fine di facilitare questa operazione tutti i 100 dipendenti delle citate organizzazioni si concentreranno in una unica location di oltre 3000 metri quadri completamente ristrutturata e dotata di sale attrezzate per meeting ed assemblee. Non solo, diversi servizi, come l’ufficio studi, l’area legale e altri verranno centralizzati per ottimizzare risorse umane, competenze e costi. Confindustria Moda già oggi rappresenta 70 mila imprese, 88 miliardi di fatturato, 580 mila lavoratori con una quota export pari al 62% del fatturato.
BUONE FESTE!
La Presidente Ivana Ciabatti ed il Consiglio Direttivo FEDERORAFI Augurano Buone Feste e un Sereno Anno Nuovo
(Gli uffici rimarranno chiusi dal 27/12 al 05/01/18)