Dati e Notizie

Settore orafo 2018 in frenata, riparte l'export nel 2019

  14 Giugno 2019

 

Comunicato Stampa

                                                                                                                                                                                                                Milano, 14 giugno 2019

Il consuntivo 2018 del settore orafo argentiero gioielliero si è chiuso con un rallentamento del fatturato pari -2,7% rispetto al 2017. Anche l’export non ha brillato chiudendo l’anno con un -2,4%.

Questi i dati più significativi del Report annuale elaborato dal Centro Studi di Confindustria Moda per Federorafi appena diffuso alle aziende associate (estratto allegato).

Per la presidente Ciabatti "i dati confermano le preoccupazioni manifestate da tempo dal settore manifatturiero nel suo complesso. Il rallentamento di molte economie mondiali e le incertezze di quella italiana non facilitano certo la propensione del consumatore verso l’acquisto di un prezioso. L’export, da sempre traino del settore, dopo le ottime performance del 2017, con un incremento a due cifre, nel 2018 ha segnato invece il passo su tutti i principali mercati di destinazione tranne gli USA. Proprio il dato USA conforta anche perché certifica la bontà della strategia della federazione quando 3 anni fa con il Mise e ICE ha lanciato il progetto speciale per la gioielleria italiana in USA attraverso accordi ad hoc con la GdO che hanno permesso a quasi 500 aziende di consolidare i rapporti con i loro clienti o ad iniziare relazioni commerciali con nuovi partner USA. Confidiamo che anche il prossimo progetto che stiamo attivando verso il Giappone possa produrre i risultati attesi grazie anche al recente azzeramento dei dazi per l’accordo di libero scambio con l’UE. Un’altra operazione in questa area è l’iniziativa per una significativa presenza di aziende orafe al prossimo China International Import Expo di Shanghai a novembre. L’internazionalizzazione continua quindi a rappresentare una priorità per Federorafi per la forte incidenza all’export delle nostre aziende (oltre l’87%) ed in tale ottica si stanno studiando progetti nell’ambito dell’E-commerce integrato con le piattaforme fieristiche, VicenzaOro in primis, per dare più possibilità e più canali di distribuzione e promozione soprattutto alle PMI unbranded che rappresentano la colonna portante del made in Italy. Non ultimo, da quest’anno parte un progetto rivolto al mercato domestico che, nonostante le negative performance, rappresenta sempre un bacino di grande interesse per le nostre imprese per la particolare attenzione e gusto del consumatore italiano verso i prodotti belli e ben fatti. Rimango comunque ottimista - conclude la presidente - perché in ogni caso l’Italia è ancora il 6° esportatore di oreficeria mondiale, il 3° paese trasformatore di oro al mondo e i dati parziali sui primi mesi 2019 del nostro export segnano un probabile ritorno in terreno positivo. Siamo riconosciuti ovunque come leader per creatività, design e capacità di innovare prodotti e processi e queste attitudini rendono ancora unici ed apprezzati i nostri manufatti a livello mondiale."

-----

FEDERORAFI | Press Contact

info@federorafi.it - +39 02 58316111 

 

Documenti allegati


Dati e Notizie

Ultimi articoli pubblicati