Dati e Notizie


Federorafi Flash N.355

08 Marzo 2019

INCONTRO FEDERORAFI-ICE

La presidente Ivana Ciabatti ed il Direttore Stefano de Pascale il 14 febbraio hanno incontrato ICE Agenzia per la messa a punto dei programmi promozionali settoriali. La giornata dedicata al settore orafo con la presenza dei responsabili ICE delle aree Beni di Consumo, Gioielleria, Formazione e Comunicazione è stata molto positiva per quanto riguarda lo stato di avanzamento dei progetti elaborati da FEDERORAFI-ICE su USA, Giappone, tutela del made in Italy, #primavicenzaoro e Comunicazione istituzionale. In premessa la presidente Ciabatti ha voluto evidenziare come le performance del settore, dopo un primo trimestre 2018 positivo, siano peggiorate su tutti i principali mercati di esportazione con la sola eccezione degli USA e UK che sono stabili rispetto al 2017 ed è quindi ancora più necessario uno sforzo comune, imprese ed istituzioni, per lavorare con impegno e determinazione in un’unica direzione a sostegno delle imprese manifatturiere del comparto.


DAZI ZERO CON IL GIAPPONE – COME PROCEDERE

Dal 1 febbraio è finalmente entrato in vigore l’accordo di libero scambio tra UE e Giappone (EPA) che prevede l’azzeramento dei dazi tra le due aree commerciali su un consistente numero di prodotti. Tra questi anche l’oreficeria e la gioielleria dove, per ottenere i benefici dell’origine preferenziale, l’EPA ha introdotto alcune novità rispetto ai precedenti accordi. Infatti occorre che i prodotti siano conformi ad alcuni requisiti che possano dimostrare che la trasformazione effettuata sul territorio di una Parte sia stata sufficiente a determinare una classificazione diversa rispetto a ciascuno dei materiali non originari utilizzati. Requisiti che vengono validati attraverso l’applicazione di formule sul “valore massimo dei materiali non originari” (MaxNom) o sul “contenuto regionale minimo” (RVC).


UNDICI MESI DIFFICILI

I dati sull’export elaborati per FEDERORAFI dal Centro Studi di Confindustria MODA, riguardanti i primi 11 mesi del 2018, registrano una flessione delle vendite pari a -2,8% confermando quindi il momento non facile che si era già registrato a partire da maggio. Dal punto di vista geografico, battuta di arresto della Svizzera, mentre gli USA, tra i pochi paesi in crescita, si portano in seconda posizione. Seguono EAU e Hong Kong che chiudono gli undici mesi con dinamiche di segno negativo. Continua l'andmento positivo del Canada sulla spinta del CETA. I dati completi sono a disposizione delle aziende associate presso la Segreteria.


CONFINDUSTRIA MODA SI PRESENTA AL SENATO

Il 5 marzo scorso la Presidente Ciabatti ha partecipato all’incontro a Palazzo Madama organizzato da Confindustria Moda e dal senatore Gianluca Castaldi, segretario della X Commissione permanente (Industria, Commercio e Turismo). Vi hanno preso parte Claudio Marenzi, la giornalista Paola Bottelli, il sociologo e saggista Francesco Morace e Marco Fortis, docente di Economia industriale e commercio estero dell’Università Cattolica di Milano. Nel corso dell’evento è stato presentato il libro “Lo Stato della Moda” che riporta i dati economici del comparto. Una precisa analisi del macrosettore della moda italiana, una galassia di cui fanno parte Tessile-Abbigliamento, Calzatura, Pelletteria, Conceria, Oreficeria-Gioielleria, Pellicceria, Occhialeria. Scopo dell’incontro: sensibilizzare le istituzioni sull’importanza di questi settori manifatturieri che nel loro complesso rappresentano il maggior contributore al saldo positivo della bilancia commerciale italiana, nonché il quarto comparto industriale per valore aggiunto, dopo metallurgia e prodotti in metallo, macchinari e apparecchiature, alimentari, bevande e tabacco. È anche il secondo macrosettore per numero di occupati, con oltre mezzo milione di addetti.


ADVERTISING & FASHION: RISCHI ED OPPORTUNITA’

Ricordiamo alle aziende associate il seminario organizzato da Confindustria Moda (Area Affari Legali), in collaborazione con gli Avvocati dello Studio LCA, sull’advertising nel fashion per analizzare i rischi e le opportunità legate al lavoro dei creativi e dei dipartimenti marketing non solo con riferimento ai media più tradizionali, ma anche con riferimento alle nuove frontiere dell’advertising: dall’influencer marketing al native advertising al guerrilla marketing. L’incontro si terrà martedì 12 marzo alle ore 15.00 a Milano presso la Sede di Confindustria Moda/Federorafi. Durante il seminario ci saranno le testimonianze di Grazia Ceriani di We Are Social, agenzia creativa specializzata in social network e saranno esposti molti casi pratici. La partecipazione è libera previa iscrizione. Per dettagli e adesioni contattare la segreteria Federorafi (info@federorafi.it).


BREXIT, CHE FARE?

Non sono ancora completamente chiare le conseguenze operative della BREXIT (senza accordo) e, in ragione di ciò, sarebbe ottimale che le aziende si attivino per verificare la propria situazione commerciale verso il Regno Unito al fine di ridurre al minimo le inevitabili complicazioni post 29 marzo (es: eventuale merce in sospeso presso un cliente UK o merce al seguito con entrata precedente il 29.03 ed uscita nei giorni successivi quando l’UK sarà considerata come un Paese Extra UE). La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato sul proprio sito istituzionale il comunicato che fornisce informazioni sul quadro generale del recesso senza Accordo del Regno Unito dall'UE (disponibile anche presso la Segreteria Federorafi).


PERUFFO AL VERTICE DEGLI ORAFI VICENTINI

Enrico Peruffo, A.D. di F.lli Bovo di Trissino (VI), è il nuovo presidente della sezione Orafi e argentieri di Confindustria Vicenza. Subentra a Claudia Piaserico che ha concluso i due mandati, rimanendo in consiglio come past president. Il consiglio degli orafi industriali vicentini, oltre a Peruffo e Piaserico, è completato dai Vice Presidenti Luigi Marostica (Karizia) e Damiano Zito (Progold) e dai consiglieri Carlo Bernardi (Chrysos), Paolo Bettinardi (Better Silver), Giuseppe Corrado (Imo), Massimo Lucchetta (Lucchetta Armando) e Paolo Passuello (Re Sole) nonché da tre new entry: Chiara Carli (Pesavento), Mattia Cielo (Cielo Venezia 1270) e Alberto Muraro (Muraro Lorenzo). Nel ringraziare Claudia Piaserico per l’impegnativo lavoro svolto nel doppio mandato, la Presidente Ivana Ciabatti ed il Direttivo FEDERORAFI augurano le migliori soddisfazioni al neo Presidente Peruffo.

 

------

https://www.facebook.com/federorafi/


Archivio Federorafi Flash