Dati e Notizie


Federorafi Flash N.378

26 Giugno 2020

AREZZO DOCET

Il Presidente della Camera di Commercio di Siena/Arezzo, Guasconi, in accordo con le associazioni di categoria del territorio, si è attivato per organizzare due appuntamenti in videoconferenza con i parlamentari locali al fine di sensibilizzarli sulle criticità “post lockdown” del settore. Gli appuntamenti del 12 e del 16 giugno, alla presenza anche del Sindaco di Arezzo, della Presidente della Provincia e dei rappresentanti dei vertici della Regione Toscana sono stati utili per rilanciare ai parlamentari alcune proposte immediatamente operative per ridare ossigeno al comparto attraverso l’emendazione di alcune parti del “Decreto Rilancio”, l’estensione della moratoria sugli interessi per il prestito d’uso e delle rate di rimborso dei finanziamenti e un ulteriore rinvio del pagamento delle imposte. Con l’occasione, dagli interventi di Giordana Giordini, presidente della Sezione di Confindustria Toscana Sud e a nome delle associazioni del territorio, della Presidente Federorafi Ivana Ciabatti e degli altri imprenditori presenti, sono state ricordate alcune delle riforme da tempo attese come l’estensione del reverse charge all’interno della filiera, la rivalutazione del magazzino e la ratifica della partecipazione dell’Italia alla cd. “Convenzione di Vienna sui Metalli Preziosi”. Nutrita e di tutti gli schieramenti la presenza dei parlamentari che hanno preso nota delle istanze del settore e si sono impegnati a portarle all’attenzione del Parlamento e del Governo ed infatti, nei giorni immediatamente successivi, 14 parlamentari hanno sottoscritto una lettera inviata al Ministro dell’Economia e delle Finanze, Gualtieri e al Ministro dello Sviluppo Economico, Patuanelli. Ora si aspettano i riscontri dal Parlamento e dal Governo mentre altre iniziative similari sono attese anche da parte degli altri distretti orafi.


DA VICENZAORO JANUARY A “VOICE”

VOICE per far sentire (e vedere) che l’Italia orafa e del gioiello è ripartita. E’ stata certamente una scelta molto difficile quella di IEG di annullare VicenzaOro September ma, oggettivamente, come anche sollecitato da FEDERORAFI, non c’erano e non ci sono le condizioni minime per organizzare una manifestazione che possa avere sufficienti certezze di generare business. Covid 19 ha scatenato un effetto domino anche sulle fiere di tutti i settori ed ormai, salvo forse qualche eccezione, occorre proiettarsi al 2021 per poter fare networking e business all’interno di un luogo fisico. Ma, allo stesso tempo, la comunità orafa italiana non poteva rimanere nel silenzio. Da qui, raccogliendo l’invito di FEDERORAFI, la decisione di IEG di creare comunque un momento di visibilità, di comunicazione internazionale, di networking e di showroom per il settore del prezioso made in Italy con una forte impronta “digital”. Queste sono le premesse alla base del nuovo format “VOICE, Vicenzaoro International Community Event”, che dal 12 al 14 settembre si terrà a Vicenza e dovrà certificare la ripartenza del comparto. In questi giorni IEG è quindi impegnata nel fornire alle imprese tutte le informazioni utili per illustrare il progetto (vedasi più oltre) e per chiarire le modalità di partecipazione. VicenzaOro January è stata l’ultima manifestazione fisica “pre-Covid” del settore a livello internazionale, VOICE dovrà essere il primo evento internazionale del gioiello “post-Covid”!


IL 29 GIUGNO PER VALENZA C’E’ “VOICE”

Organizzata dal Gruppo Aziende Orafe Valenzane di Confindustria Alessandria, lunedì 29 giugno alle ore 16,00 si terrà il webinar per illustrare il nuovo evento di IEG, VOICE. Interverrà Marco Carniello, Group Brand Director Jewellery & Fashion – VICENZAORO/IEG. La partecipazione è riservata alle aziende associate di Confindustria Alessandria. Per informazioni: f.fracchia@confindustria.al.it.


BOOM DI ADESIONI AL CHINA INTERNATIONAL IMPORT EXPO DI SHANGHAI

I dati parziali (il termine per aderire è oggi, 26.06) delle adesioni al CIIE 2020 (5-10 novembre 2020) sembrano andare ben oltre le più rosee aspettative e ICE sta valutando la possibilità di incrementare lo spazio prenotato (per il momento 300 mq) per ridurre il numero degli esclusi e per garantire la necessaria funzionalità agli espositori e per i servizi accessori. Il CIIE 2020 è l’iniziativa fortemente voluta da FEDERORAFI e ha trovato il pieno appoggio di ICE Agenzia che, per l’evento di Shanghai, ha quindi attivato una collettiva ad hoc. Per l’occasione si sperimenterà una operazione a “quattro mani” tra FEDERORAFI e ICE per garantire anche una serie di servizi aggiuntivi utili per la particolarità della manifestazione cinese che dal 2018 ha l’imprimatur del presidente Xi ed è giunta alla terza edizione. Per informazioni: info@federorafi.it.


IN CINA CON WECHAT?

Il 18 giugno è stato presentato “Pavilion Italia”, l’accordo tra ICE Agenzia e Tencent IBG (WeChat) per consentire alle aziende italiane di entrare sul mercato dell'e-commerce cinese a condizioni vantaggiose attraverso WeChat. Per i dettagli dell’operazione: https://www.ice.it/it/wechat mentre il 16 luglio p.v. è programmato un webinar dedicato ai settori Leather Goods &J ewels (per iscriversi: 16 luglio webinar ICE - WECHAT per Leather e Jewels).


ATTIVITA’ FEDERORAFI

Durante il lockdown sono stati numerosi gli appuntamenti in videoconferenza dei Gruppi di Lavoro FEDERORAFI che hanno permesso alla federazione di continuare la propria attività con oltre 50 circolari informative e la messa a punto di nuovi progetti. Oltre al Direttivo dell’11 giugno scorso, si sono infatti riuniti i GdL “internazionalizzazione”, “fiera virtuale”, “mercato interno” e “fisco”. Degli esiti di alcuni di questi meeting sono già stati informati gli associati attraverso i normali canali di informazione ma nelle prossime settimane verranno organizzati degli incontri/videoconferenze per condividere progetti ed iniziative. In ogni caso, la Segreteria FEDERORAFI è sempre operativa e contattabile (info@federorafi.it).

Facebook: https://it-it.facebook.com/federorafi/